Archivi del mese: settembre 2011

Pieris: una Festa dello Sport ecologica

L’articolo de “Il Piccolo” uscito nei giorni passati evidenzia in modo emblematico la ricerca della Polisportiva Pieris di porsi un carattere “ecologico” nell’organizzazione di eventi quali la Festa dello Sport. Dopo la Giornata Ecologica “Insieme par l’Isonz” anche la “Festa dello Sport” di Pieris aderendo al concorso di Legambiente Fvg “Sagre virtuose”, una delle prime a farlo in ambito provinciale e regionale, ripropone la ferma volontà da parte della Polisportiva Pieris di addottare misure a favore dell’ambiente circostante in tutte le manifestazioni organizzate.

Di seguito l’articolo a firma Laura Blasich

Pieris si è inventata la prima sagra verde e a chilometri zero
31 agosto 2011 — pagina 34

La Festa dello Sport di Pieris quest’anno ha davvero superato se stessa: migliaia le persone che l’hanno affollata per assistere a numerosi eventi sportivi, attirate anche da un’ottima cucina, ricchissime tombole e tanta musica. La manifestazione organizzata dalla Polisportiva Pieris ha però nello stesso tempo ridotto il suo impatto sull’ambiente in questa edizione 2011. Accogliendo all’invito lanciato dall’amministrazione locale, la festa ha aderito al concorso di Legambiente Fvg “Sagre virtuose”, una delle prime a farlo in ambito provinciale e regionale. Nei fatti per l’organizzazione, formata da una settantina di volontari, si è trattato di applicare una raccolta differenziata “spinta” durante tutto lo svolgimento della manifestazione. Sono stati riempiti 6 contenitori di grandi dimensioni di plastica, 4 di vetro e 4 di carta, mentre l’indifferenziato si è ridotto a meno della metà di quello raccolto lo scorso anno. In cucina inoltre sono stati utilizzati il più possibile prodotti a “chilometri zero”. Per un centro come Pieris, inserito in un territorio ancora fondamentalmente agricolo, non si è trattato di un’impresa impossibile. Verdure, carne e vino sono state tutti forniti e prodotti da aziende locali. Il presidente della Polisportiva, Gianfranco Russi, traccia un bilancio positivo della festa. «Merito del bel tempo e del gran caldo, ma anche dei tantissimi volontari che si sono spesi per la buona riuscita dell’iniziativa». La festa rimane un’attesa e importante vetrina per lo sport locale, ma anche un altrettanto fondamentale strumento di autofinanziamento per la Polisportiva e le società affiliate. Nella decina di giorni della manifestazione si sono susseguiti esibizioni dimostrative, come quella dei piccoli della Società pallaovale isontina, e tornei, di calcio, ma non solo, e altri eventi sportivi, come la gimcana proposta dal Team Isonzo Ciclistica Pieris. Il 2011 ha visto inoltre debuttare il quadrangolare di basket dedicato alla memoria di Giorgio Moimas e scendere in pista gli atleti del blasonatissimo Pattinaggio Pieris. Il ricco programma ha incluso anche il quarto raduno Vespa e Lambretta Invasion e l’esibizione organizzata dal Club cinofilo sportivo “Il Cane” di Fiumicello”. Senza scordare il tradizionale appuntamento con la cena realizzata dall’Auser per gli ultra65enni di San Canzian d’Isonzo. E infine le tombole, ben 8, che hanno distribuito in totale 19mila euro. Laura Blasich

Annunci

Commenti disabilitati su Pieris: una Festa dello Sport ecologica

Archiviato in News