2013 STAMPA

DA “IL PICCOLO”

Pieris, castagnata di solidarietà con gli alunni dell’elementare

27 ottobre 2013 —   pagina 35

PIERIS. Gli alunni della scuola primaria Carducci di Pieris sono stati protagonisti del pomeriggio di venerdì, dedicato alla tradizionale “Castagnada”, organizzata da Polisportiva Pieris assieme all’Auser, associazione Le Grodate e Pro LLoco. Le voci dei bambini hanno intonato canti gioiosi, quando l’aria profumava già di caldarroste, accogliendo un pubblico formato da genitori, nonni, amici. Tutti attenti ad ascoltare i più grandi delle quinte che proclamavano i vincitori della “raccolta tappi”. Vale a dire di una gara di solidarietà, perché i tappi di plastica vengono venduti alle imprese del riciclo, permettendo di destinare il ricavato all’associazione Via di Natale che si occupa dell’assistenza e accoglienza dei parenti di pazienti in cura al Centro oncologico di Aviano. Il sindaco Silvia Caruso ha quindi ringraziato i genitori e gli insegnanti per l’impegno profuso, ricordando poi l’appuntamento di giovedì in piazza a Pieris con l’iniziativa “Decora la tua zucca: un frutto a concorso”. In piazza sarà possibile portare la propria zucca decorata per partecipare al concorso “La zucca più bella”.

Un albero per ciascuna delle tre nuove prime
Piantati a Staranzano nel giardino dello polo scolastico per essere “adottati” dagli stessi alunni

26 ottobre 2013 —   pagina 35

SAN CANZIAN D’ISONZO. Un frassino, una roverella e un carpino bianco sono stati piantati ieri nel giardino del polo scolastico di Pieris. Sono uno per ciascuna delle tre prime delle scuole primarie del territorio di San Canzian d’Isonzo che potranno curarli e vederli crescere, molto più da vicino quando andranno alle medie.

Intanto ieri, assieme alle loro insegnanti e alla dirigente scolastica Anna Marina Bonato, hanno partecipato alla loro messa a dimora, aiutati dagli studenti delle medie impegnati nel laboratorio di botanica e nell’attività nella serra scolastica. A dare loro questa opportunità è stato comunque il Comune con l’iniziativa “Una pianta per ogni classe prima”, una rivisitazione in chiave locale della legge nazionale su “Una pianta per ogni nato”.
«Per fortuna nel nostro comune nascono molti bambini – ha spiegato ieri il sindaco, Silvia Caruso -, ma con un albero per ognuno di loro avremmo avuto una piccola foresta».
Per la quale non c’è uno spazio idoneo, stando all’ente locale, che in questo modo ha però voluto rispettare il senso della normativa nazionale e dare seguito al percorso di sensibilizzazione ambientale avviato lo scorso anno nelle scuole dell’istituto comprensivo e che trova al proprio fianco non solo lo stesso Istituto comprensivo Dante Alighieri, ma anche Pro loco, Polisportiva Pieris e Auser.
L’iniziativa di ieri si collega quindi non a caso a quella di domani che, dalle 10 alle 12, sarà dedicata a “Un fiore per tutti”. A quanti transiteranno lungo la pista ciclabile che collega gli abitati di Pieris e Begliano verrà data la possibilità di mettere a dimora una bulbosa in un’aiuola preparata allo scopo. Anche in questo caso l’iniziativa dà continuità all’esperienza svolta lo scorso anno a margine dell’ingresso del plesso scolastico, sempre con il coinvolgimento degli alunni.
«Cerchiamo di rendere questo polo scolastico sempre più bello – ha detto il sindaco ieri -. Abbiamo iniziato a ridipingerlo e proseguiremo nei prossimi anni, dando un colore diverso a ogni “blocco”».
L’evento di ieri e quello di domani sono affiancati comunque in questi giorni anche dalla nuova edizione del concorso per la zucca più bella. Fino a esaurimento delle disponibilità, la Pro loco metterà a disposizione gratuitamente a tutti coloro che si presenteranno una zucca da decorare per la manifestazione di giovedì 31 ottobre in programma dalle 17 alle 20 in piazza a Pieris.
Laura Blasich

Comune e scuola per il rispetto della natura

20 ottobre 2013 —   pagina 52

SAN CANZIAN D’ISONZO A San Canzian d’Isonzo il prossimo fine settimana sarà all’insegna di un riavvicinamento alla cura della natura e al rispetto dell’ambiente, e vedrà di nuovo come protagonisti i più giovani. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale, che prosegue il percorso avviato lo scorso anno nelle scuole dell’istituto comprensivo e che trova al proprio fianco non solo lo stesso Ic Dante Alighieri, ma anche Pro Loco, Polisportiva Pieris e Auser. Il primo appuntamento è in programma venerdì e si tratta di “Una pianta per ogni classe prima”. In sostanza, nel complesso scolastico di via Gramsci a Pieris, l’iniziativa di carattere nazionale “Una pianta per ogni nato” sarà reinterpretata mettendo a dimora una pianta per ogni prima classe delle scuole primarie attive nel territorio comunale. L’attività sarà svolta con il supporto dei ragazzi del laboratorio di serra di cui è dotata la scuola media, grazie anche agli investimenti sulla struttura effettuati lo scorso anno dall’amministrazione comunale. Domenica 27 ottobre, dalle 10 alle 12, sarà invece la volta di “Un fiore per tutti”. A quanti transiteranno lungo la pista ciclabile che collega Pieris e Begliano verrà data la possibilità di mettere a dimora una bulbosa in un’aiuola già preparata. Anche in questo caso l’iniziativa dà continuità all’esperienza svolta lo scorso anno sempre con il coinvolgimento degli alunni. Inoltre, fino a esaurimento delle disponibilità, la Pro Loco metterà gratuitamente a disposizione di coloro che si presenteranno una zucca da decorare per la manifestazione di giovedì 31 ottobre. La vigilia della ricorrenza di Ognissanti vedrà infatti, dalle 17 alle 20, in piazza a Pieris, riproposto il concorso che ruota attorno all’intaglio e alla decorazione delle zucche, la cui prima edizione nel 2012 ha riscosso un bel successo. Il 31, dalle 17 alle 18.30, sarà possibile portare in largo Garibaldi a Pieris la propria zucca decorata per partecipare alla competizione. La partecipazione al concorso “La Zucca più bella” è aperta a tutti. Per iscrizioni o informazioni sul concorso si può contattare la Pro Loco di San Canzian al Centro civico di via Trieste, il mercoledì dalle 16 alle 18 (tel. 3454097340). Laura Blasich

Rinviata per il maltempo la “castagnada” alla materna

17 ottobre 2013 —   pagina 27

SAN CANZIAN D’ISONZO La “Castagnada” in programma per domani nella scuola primaria Carducci di Pieris è stata rinviata a venerdì 25 ottobre, sempre con inizio alle 14.30. Le previsioni meteo hanno consigliato agli organizzatori un rinivio. La Polisportiva Pieris assieme al Gruppo anziani del Giardino Europa di Pieris, all’Auser comunale, all’associazione Le Grodate, alla Pro loco di San Canzian d’Isonzo confermano invece la “Castagnada” in programma sabato nella scuola primaria Pascoli di San Canzian d’Isonzo, con inizio alle 10.30. L’intera mattinata sarà all’insegna della “Zucca più originale” scavata dagli alunni, che poi intoneranno anche dei canti “autunnali”. Tempo permettendo, tutti gli alunni inizieranno l’ex tempore pittorico e nel frattempo saranno esposte le zucche scavate a casa e i lavori preparati con i genitori per il concorso “La zucca più originale” che l’amministrazione comunale ha deciso di riproporre dopo il successo riscosso dalla manifestazione lo scorso anno. Sabato mattina, comunque, dopo il saluto degli amministratori comunali e degli organizzatori, al termine dell’ex tempore per i bambini scatterà l’ora della merenda con i dolci offerti dai genitori e le castagne dalle associazioni locali.

Torna la “Castagnada”, festa degli scolari

09 ottobre 2013 —   pagina 41

SAN CANZIAN D’ISONZO È di nuovo tempo di castagne a San Canzian d’Isonzo. Ritorna infatti il 18 ottobre, alle 14.30, per gli alunni della scuola primaria a tempo pieno “Carducci” e della scuola media di Pieris, l’appuntamento con la “castagnada”, la festa organizzata come sempre dal Gruppo anziani dell’Auser, dall’associazione Le Grodate, dalla Pro Loco di San Canzian d’Isonzo e dalla Polisportiva Pieris. L’evento attirerà, come ogni anno, oltre agli alunni e agli insegnanti anche numerosi genitori e nonni dei bambini. Proprio gli alunni della scuola primaria saranno al centro dell’iniziativa, proponendo filastrocche e canzoni ispirate all’autunno, alle castagne e alle zucche, protagoniste della stagione. La festa darà inoltre l’occasione per premiare le classi della “Carducci” che si sono distinte nella raccolta dei tappi di plastica, la cui vendita da parte dei volontari dell’Auser permette ogni anno di effettuare una cospicua donazione all’associazione Via di Natale, impegnata a supporto dei malati e delle famiglie che accedono al Cro di Aviano. L’appuntamento con le castagne, ma anche con le zucche, proseguirà poi il giorno successivo a San Canzian d’Isonzo. A riproporlo, dedicandolo sempre ai più piccoli, sarà il Gruppo anziani dell’Auser assieme all’associazione Le Grodate, alla Pro loco e alla Polisportiva Pieris. Questa “castagnada” sarà ospitata il 19 ottobre, alla mattina, nella scuola primaria di San Canzian. Tempo permettendo, tutti gli alunni inizieranno l’ex tempore pittorica e nel frattempo saranno esposte le zucche scavate a casa e i lavori preparati con i genitori per il concorso “La zucca più originale”. Dopo il saluto dell’amministrazione comunale, al termine dell’ex tempore per i bambini scatterà l’ora della merenda, con i dolci offerti dai genitori e le castagne preparate dalle associazioni locali. In caso di maltempo le due manifestazioni saranno rinviate rispettivamente al 25 e al 26 ottobre, con gli stessi orari. ( la. bl.)

Pedalata ecologica alla scoperta della Bisiacaria

20 settembre 2013 —   pagina 32

SAN CANZIAN D’ISONZO Dopo aver creato due Zone 30 per favorire l’uso della bicicletta a Pieris e Begliano, l’amministrazione comunale di San Canzian d’Isonzo ha deciso di aderire alla Settimana europea della mobilità sostenibile organizzando domenica mattina una pedalata ecologica. L’obiettivo è quello di dimostrare come si possa fare spesso a meno delle quattro ruote a tutto vantaggio dell’ambiente e anche della propria salute. E’ quello che sottolineano gli assessori alle Politiche sociali, Debora Marizza, e all’Ambiente, Italo Deffendi presentando l’iniziativa. La Settimana europea quest’anno ha del resto come tema “In città senza la mia auto” e come slogan “Clean air! It’s your move” (Aria pulita! Ora tocca a te). «Abbiamo voluto fortemente aderire a questo importante progetto – ribadisce l’assessore Marizza -, perché riteniamo di prioritaria rilevanza il tema dell’ambiente e del benessere dei cittadini. In particolare grazie infatti alla collaborazione tra l’assessorato all’Ambiente e quello alle Politiche sociali e sanità del Comune di San Canzian verrà la pedalata ecologica». Al proprio fianco l’amministrazione ha trovato molte associazioni: Pro loco, Auser, Team Isonzo ciclistica Pieris, l’associazione BisiachiINbici, Ciclistica Moratti, Polisportiva Sctl “Il nuovo giorno”, Centro di aggregazione giovanile, Legambiente, l’Associazione culturale Fioristi Fvg, Wwf e anche l’Istituto comprensivo Dante Alighieri. “Grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale di Turriaco il percorso ciclistico attraverserà anche il comune vicino”, sottolinea l’assessore Deffendi. La giornata prevede un percorso ciclistico che toccherà le piazze di Pieris, Turriaco, Begliano, San Canzian per terminare nello spiazzo prospiciente il Mondo Fiorito, dove ai ciclisti partecipanti verrà offerta una pastasciutta fornita dalla ditta Sodexò, la stessa che fornisce i pasti scolastici. «Così anche le famiglie dei ragazzi che fruiscono del servizio di mensa avranno modo di verificare la qualità del servizio», spiega Marizza. Verranno inoltre premiati il ciclista più giovane, quello più anziano e il ciclista più originale sul tema della mobilità sostenibile. L’amministrazione comunale di San Canzian invita quindi la cittadinanza a partecipare numerosa. (la. bl.)

Festa dello sport, una formula vincente

23 agosto 2013 —   pagina 38

SAN CANZIAN D’ISONZO Ridotta di un giorno, la 27.ma edizione della Festa dello sport di Pieris si è chiusa all’inizio della settimana ottenendo le stesse presenze del 2012. La manifestazione, che si è aperta il 10 agosto, ha quindi riscosso un ottimo consenso, attirando persone non solo dal territorio di San Canzian d’Isonzo e dal Monfalconese, ma anche dal resto della provincia. Come sempre a risultare vincente per la Polisportiva Pieris, organizzatrice dell’evento assieme alle società affiliate, è stata la formula che abbina lo sport al tempo libero e alla cultura. La festa lo ha fatto quest’anno in particolare con la mostra dedicata alla storia del Vetturino, rinomato locale di Pieris, e quindi, attraverso le vicende della famiglia Cosolo “Fusàr”, alla storia del paese e della sua gente. La mostra, nata per iniziativa di Cesare Zorzin, presidente dell’Asd Pattinaggio artistico Pieris e cultore di storia locale, è stata realizzata in collaborazione con la famiglia e con l’Ecomuseo Territori del Consorzio culturale del Monfalconese. Sul fronte del tempo libero va segnalata invece la biciclettata alla scoperta del territorio organizzata dal Team Isonzo Ciclistica Pieris alla quale hanno partecipato 250 persone, oltre al raduno di Vespe e a una dimostrazione del Club cinofilo “Il Cane” di Fiumicello. Pur non aderendo formalmente quest’anno a Sagre virtuose di Legambiente, la Polisportiva, a proprie spese, ha deciso di realizzare una raccolta differenziata della carta e del cartone e del vetro. «Credo che questa edizione sia andata bene, per l’affluenza e i pareri positivi ricevuti – afferma il presidente della Polisportiva Gianfranco Russi -. Sono soddisfatto, perché siamo riusciti a far svagare le persone in un periodo non facile. Il merito è di quei tanti volontari che soprattutto quest’anno, che mi vede non in perfette condizioni fisiche, hanno lavorato sodo per raggiungere questo risultato». Non tradendo il proprio nome, la manifestazione anche nella sua 27.ma edizione ha rappresentato innanzitutto una vetrina importante per lo sport locale, giovanile e non, con i tornei di calcio e basket, le esibizioni degli atleti del Pattinaggio Pieris e del Team Isonzo. Laura Blasich

La storia del paese nel “Vetturino”

12 agosto 2013 —   pagina 18

SAN CANZIAN D’ISONZO C’erano la figlia di Mario, l’ultimo proprietario della famiglia Cosolo, Flavia, e i vecchi dipendenti del Vetturino, sabato pomeriggio, all’inaugurazione della mostra dedicata al locale storico di Pieris nell’ambito della Festa dello sport organizzata dalla Polisportiva. A promuovere l’iniziativa la passione per la storia locale di Cesare Zorzin, presidente dell’Asd Pattinaggio artistico Pieris, da sempre cacciatore di memorie che al proprio fianco ha trovato l’Ecomuseo Territori del Consorzio culturale del Monfalconese, oltre che Flavia Cosolo, in questa occasione. Dai documenti in mostra e dalle foto del capostipite Antonio e del fratello Giulio, da cui sono discesi Mario e Flavia, e di quelle delle generazioni successive, il ricettario di Mario e la sua tenuta di lavoro, emerge la storia di una famiglia che è anche la storia collettiva di un paese in cambiamento. «L’iniziativa – ha spiegato il presidente del Ccm, Davide Iannis – bene si inserisce nell’operazione “Cacciatori di memorie” dell’Ecomuseo che trasforma la memoria individuale in memoria collettiva. Siamo partiti da Panzano, ma l’obiettivo è di allargarci a tutto il mandamento». In rappresentanza del presidente della Provincia, Gherghetta, il consigliere provinciale Enrico Bullian ha sottolineato l’importanza del lavoro di raccolta di documenti, immagini e voci che Cesare Zorzin sta effettuando da anni. «Altrettanto importante è lo sforzo del Ccm, che sta cercando di arrivare a una lettura unitaria del territorio monfalconese», ha aggiunto. A portare i propri saluti c’era il parlamentare Giorgio Brandolin, impegnato poi in campo nell’ambito della partita di calcio “Di qua e di là dal stradon”, mentre a introdurre l’evento è stato il presidente della Polisportiva Pieris, Gianfranco Russi. «Era una gioia andare al Vetturino quando c’era Mario – ha raccontato – e ora anch’io, come Flavia, passo davanti al luogo dov’era, e dove ora si trova la casa di riposo, senza guardare. È giusto però non dimenticare com’eravamo». Sabato s’è potuta anche assaggiare la Coppa Vetturino, inventata da Mario prima della Seconda guerra mondiale. «Mario l’ha inventata negli anni ’30 – ha ricordato Zorzin -, ma non ha mai pensato di brevettare il dolce. Quanto un veneto ha fatto nel 2010, peraltro». La mostra rimarrà visibile nell’area del campo sportivo fino alla conclusione della Festa, il 19 agosto.(la.bl.)

Mostra a Pieris sui fasti del “Vetturino”

08 agosto 2013 —   pagina 22

SAN CANZIAN D’ISONZO La Festa dello sport di Pieris debutta sabato, alle 18, con un evento dedicato alla storia del paese che per quasi un secolo e mezzo è passata dentro le mura della locanda Al Vetturino. Proprio all’attività fondata nel 1850 come modesto spaccio di vini da Antonio Cosolo, detto Toni Bevilacqua, e divenuta poi nella seconda metà del secolo scorso un ristorante di fama nazionale che ai suoi tavoli accolse Johnny Dorelli e Catherine Spak, Nino Benvenuti e Gino Bartali è dedicata la mostra realizzata dall’Ecomuseo Territori del Consorzio culturale del Monfalconese grazie alla ricerca effettuata da Cesare Zorzin, presidente del Pattinaggio Pieris e cultore di storia locale. «Il mio lavoro era già impostato – spiega Zorzin – e quindi ho pensato di offrirlo alla comunità grazie alla preziosa e indispensabile collaborazione del Consorzio culturale e di Flavia, figlia di Mario che nel secondo dopoguerra rese il Vetturino un locale conosciuto in tutta Italia». E, di fatto, già nel 1938 nel locale proponeva una coppa semifreddo chiamata “tiremesu”, dalla ricetta segreta ancora gelosamente custodita da Flavia, ben prima, quindi, che il dolce facesse la sua comparsa ufficiale, negli anni ’60, in Veneto. La storia del Vetturino è di fatto la storia di una famiglia e di un territorio, prima austriaco e poi italiano, come raccontano bene anche con le immagini i pannelli realizzati dal Ccm per la mostra. Antonio apre lo spaccio di vini nella casa paterna nel 1850, dopo essersi fatto una piccola fortuna con affari indovinati: la gestione del trasporto della posta a Trieste, Gorizia, Venezia e oltre e, dopo averla vinta all’asta, quella del ponte di legno di Pieris. Assieme a Pietro Clemente e Giacomo Cosolo si può quindi permettere di acquistare il patrimonio fondiario della famiglia de Claricini, già proprietà dei veneziani Settimini. Acceso patriota, austriaco, Antonio promuove la sottoscrizione per la realizzazione della statua dedicata a Elisabetta d’Austria, mentre Mario, l’ultimo gestore diretto del Vetturino della famiglia Cosolo, è impegnato su un altro fronte, quello della Resistenza con cui collabora durante la seconda guerra mondiale. «La fortuna del locale è legata alla realizzazione e al passaggio della linea ferroviaria – racconta Zorzin – e poi alla capacità imprenditoriale di Mario Cosolo». La gestione affidata “all’esterno” regge infatti dal ’77 al 1990, quando i fasti del passato diventano solo un ricordo e la vecchia costruzione lascia il passo alla casa di riposo di Pieris. Laura Blasich

Festa dello Sport protagonista il Team Isonzo

01 agosto 2013 —   pagina 33

SAN CANZIAN D’ISONZO Il Team Isonzo Ciclistica Pieris sarà tra i protagonisti della Festa dello sport che si aprirà il 10 agosto, sabato della prossima settimana, nel campo sportivo di Pieris. L’associazione affiliata alla Polisportiva Pieris, organizzatrice della festa, propone l’11 agosto la prima edizione di una ciclolonga di 18 chilometri pensata per andare, con calma, alla scoperta del territorio di San Canzian d’Isonzo e dei centri limitrofi. L’idea è quella di una pedalata ecologica aperta a tutti, grandi e piccoli. Il giro prenderà il via dal campo sportivo di Pieris, dove il ritrovo è fissato alle 9, alle 9.30 per poi portare i partecipanti a toccare Turriaco, Begliano, Dobbia, San Canzian d’Isonzo (dove ci sarà il ristoro), da cui si farà ritorno alla base. La quota di iscrizione è fissata in 5 euro e comprende, oltre che il ristoro, una pastasciutta e una bottiglietta d’acqua gentilmente offerti dai cuochi della Festa dello Sport. Il Team Isonzo Ciclistica Pieris organizzerà però nell’ambito della dei dieci giorni della festa anche una gincana dimostrativa con birilli, asticelle e altalene. In questo caso l’appuntamento è fissato alla vigilia di Ferragosto, alle 18.30, all’interno del campo sportivo di Pieris. La Festa, che si concluderà il 19 agosto, sarà come sempre un’affollata vetrina dello sport locale. Il tutto in una cornice di chioschi enogastronomici fornitissimi, come pure l’enoteca che sarà allestita negli spazi del campo sportivo di Pieris e offrirà i migliori vini regionali. Non mancheranno inoltre la ricca pesca di beneficenza e le tante tombole dagli invitanti montepremi. (la. bl.)

Prossimi appuntamenti

16 luglio 2013 —   pagina 26

SAN CANZIAN D’ISONZO  Dopo la Festa della trebbiatura, il cartellone delle manifestazioni estive coordinato dal Comune di San Canzian d’Isonzo e dalla Pro loco propone molte altre occasioni di intrattenimento e di approfondimento. Com’è quella offerta giovedì dalla Sezione isontina della Società friulana di archeologia. In concomitanza con l’annuale commemorazione del 18 luglio (caduta della città per mano di Attila), come data cruciale che segna una svolta nella storia di Aquileia, la Sfa desidera apportare il proprio contributo alla diffusione della cultura e della storia locale organizzando un momento di incontro vicino alle cosiddette mura bizantine. Il 25 luglio, alle 21, invece, la Pro loco, in collaborazione con la Pro loco di San Pier d’Isonzo, presenta “Lo spazio attorno”, spettacolo che avrà come cornice la suggestiva villa Marchese de Fabris. Si esibiranno Enrico Terragnoli alla chitarra, Paolo Botti alla viola e Alan “Gunga” Purves alle percussioni. Dal 29 luglio al 4 agosto è volta di “Estate Insieme 2013”, un viaggio alla scoperta della salute, del benessere e del corpo umano a cura dell’associazione Il Nuovo Giorno, che dà appuntamento per l’iniziativa nella propria sede di via Gramsci 20 (per informazioni si può chiamate il 3482747928). Ad animare l’estate del territorio sarà comunque soprattutto la nuova, attesa edizione della Festa dello sport, che sarà organizzata dalla Polisportiva Pieris nell’area del campo sportivo del paese dal 10 al 19 agosto, offrendo molte occasioni di intrattenimento per tutto il Monfalconese. Poco prima della fine dell’estate, il 15 settembre, la Sezione isontina della Sfa, in collaborazione con la Pro Loco del Comune di San Canzian d’Isonzo, propone infine una visita al campo di raccolta di Wagna in Austria, luogo dove vennero internati gli abitanti di diversi centri del mandamento durante la Prima guerra mondiale. (la.bl.)

Guide turistiche junior e letture in casa di riposo

07 giugno 2013 —   pagina 54

di Laura Blasich SAN CANZIAN D’ISONZO A San Canzian d’Isonzo al Consiglio comunale dei “grandi” si è affiancato quello dei ragazzi. Un’esperienza promossa dall’amministrazione comunale, grazie a 5mila euro di finanziamento ricevuti dalla precedente giunta regionale, e che ha trovato una convinta, oltre che indispensabile, sponda nell’Istituto comprensivo Dante Alighieri di Pieris. A essere coinvolti nel progetto, grazie al lavoro della consigliere comunale e docente dell’istituto comprensivo Maria Cristina Ceo, nella seconda metà dell’anno scolastico sono state tutte le classi della scuola media, ma anche una quarta della primaria a tempo pieno di Pieris. Dopo il lavoro sul tema della cittadinanza attiva e le elezioni di due rappresentanti per ogni classe, il “parlamentino” dei ragazzi ha potuto debuttare mercoledì pomeriggio nella sala del Consiglio comunale nel municipio di Pieris alla presenza del sindaco Silvia Caruso, della dirigente scolastica Annamaria Bonato, di rappresentanti dell’associazionismo, oltre che dei genitori. In aula è avvenuta quindi l’investitura ufficiale del sindaco junior, Mattia Cosani, che, indossata la fascia, ha giurato di osservare fedelmente la Costituzione italiana. La stessa formula di rito pronunciata nuovamente da Silvia Caruso lo scorso anno, alla sua rielezione. In aula Cosolo, il vice Matteo Sirignano e gli altri consiglieri (Andrea Buffolini, Mattia Lucenti, Davide Cidin, Gaia Marsich, Simone Donda, Samuel Todon, Manuel Da Lio, Letizia Visintin, Emanuela Concettini, Sara Nocent, Costanzo Ocone, Fiorella Cuoci, Megan Isa, Andrea Milani, Chiara Fontana, Marco Longo, Christian Da Lio, Laura Fontana, Laura Innocente e i più giovani Nicola Lupieri e Stefano Iacoviello) hanno presentato le due azioni in cui pensano di impegnarsi. Deciso di concentrare le azioni di volontariato in ambito sociale e ambientale, i ragazzi hanno scelto da un lato di avviare un’attività di “letture ad alta voce” per gli ospiti della casa di riposo di Pieris e dall’altro di farsi a tutti gli effetti guide per favorire la visita e la valorizzazione dell’ambito naturale legato all’Isonzo. Come spiegato dai ragazzi in aula, la prima attività è nata guardando all’esperienza delle letture animate realizzate nel territorio, ma a favore dei più piccoli, e potrà contare sul supporto della bibliotecaria Anna Viezzoli. La seconda invece prende le mosse dal percorso effettuato grazie al progetto Custodi del territorio di Legambiente. «Credo che gli assessori alle Politiche sociali Debora Marizza e all’Ambiente Italo Deffendi saranno dei punti di riferimento per questi progetti», ha affermato il sindaco Silvia Caruso, parlando dell’importanza dell’insediamento ufficiale del parlamentino dei ragazzi. A sottolinearla del resto è arrivata anche la presenza del consigliere regionale Alessio Gratton, che ha portato i saluti dell’assessore regionale all’Istruzione Loredana Panariti. A concludere l’incontro è stata la consegna di riconoscimenti all’Auser, all’associazione Nuovo giorno, al presidente della Polisportiva Pieris Gianfranco Russi e ai ragazzi della media per la partecipazione e realizzazione di una serie di progetti ambientali.

Centinaia di tulipani donati dai bambini

18 aprile 2013 —   pagina 32

PIERIS I ragazzi sono stati davvero i protagonisti anche di quest’ultima edizione della giornata ecologica sull’Isonzo. Sotto diverse vesti. Domenica scorsa, in occasione di “Insieme par l’Isonz”, evento organizzato dalla Polisportiva Pieris, i ragazzi della scuola media del comprensorio di via Gramsci di Pieris hanno consegnato 600 tulipani alle mamme partecipanti all’iniziativa. Quelle giunte nell’area Union Beton, vicino al ponte sull’Isonto in bicicletta assieme ai propri figli dalla scuola media Randaccio e dalla scuola primaria di largo Isonzo di Monfalcone e dalla scuola primaria di San Canzian. Si è trattato comunque solo del momento conclusivo, come spiega l’assessore all’Ambiente Italo Deffendi, di un’attività promossa dall’amministrazione comunale nella scuola media Dante Alighieri con la la collaborazione attiva della Polisportiva, dell’Auser e dell’associazione Nuovo giorno di Pieris. Visti i tempi di crescita e fioritura, già lo scorso ottobre sono state realizzate nel giardino della scuola dieci aiuole da sei metri quadri ciascuna in cui sono stati messi a dimora 5mila bulbi di tulipani. L’itento era quello di realizzare, con i tulipani, un effetto cromatico con diversi disegni, dalla rappresentazione di un serpente disteso al sole a figure geometriche colorate, soggetti scelti direttamente dagli studenti del “laboratorio serra” coordinati dalla professoressa Laura Grassi. Arrivata finalmente la primavera, il risultato, splendido, di questa attività è sotto gli occhi di tutti i cittadini che transitano in via Atleti Azzurri, in prossimità della scuola di Pieris. «L’amministrazione comunale vuole quindi ringraziare in particolar modo le signore Germana e Valeria dell’Auser, nonché Camilla – afferma l’assessore Deffendi – che hanno fattivamente collaborato nella fase di piantumazione coordinando i ragazzi del centro “Nuovo Giorno””. (la.bl.)

Pieris, la primavera premia la giornata in riva all’Isonzo

14 aprile 2013 —   pagina 52

di Laura Blasich
PIERIS Rinviare la Giornata ecologica “Insieme par l’Isonz” dal 6 aprile a ieri si è rivelata una mossa azzeccata per la Polisportiva Pieris, premiata dalla prima giornata veramente primaverile. Il sole e la temperatura mite ha attirato centinaia di persone nell’area Union Beton, nei pressi del ponte di Pieris, e ha consentito di raggiungere in sicurezza l’area della festa alla nutrita carovana della Randaccio Pedala, centinaia tra ragazzi, genitori e insegnanti della scuola media Randaccio e della scuola primaria Largo Isonzo di Monfalcone, accompagnati nell’ultimo tratto dagli alunni della primaria di San Canzian d’Isonzo. «C’erano dubbi sulla scelta di rinviare – spiega il presidente della Polisportiva Pieris, Gianfranco Russi – e invece si è rivelata la decisione giusta. I bambini si sono divertiti, hanno pranzato assieme, hanno ricevuto tutti una maglietta e un cappellino». Hanno avuto anche modo di vedere all’opera i cani antidroga della Guardia di finanza e di cimentarsi nei giochi di una volta, resi ancora più interessanti quest’anno dai volontari del Club fionda 2000 di San Canzian. I partecipanti sono stati infatti invitati a centrare i vetri di una finestra con il “pendul”, oltre che a centrare barattoli e altri oggetti con le biglie lanciate con le fionde messe a disposizione dall’associazione. I ragazzi sono stati anche coinvolti nell’illustrazione della flora della zona golenale dal personale del Corpo forestale regionale e hanno potuto vedere artigiani impegnati in mesteri ormai scomparsi, come la realizzazione di cesti con i giunchi che crescono vicino al fiume o di manufatti in ferro. I bambini hanno inoltre girato nella zona a bordo di carri trainati da cavalli. Il sindaco Silvia Caruso, presenti anche le dirigenti scolastiche dell’Istituto comprensivo di Pieris Annamaria Bonato e dell’Ic Randaccio Alessandra Romani, in mattinata ha proceduto alle premiazioni dei vincitori del concorso “L’Isonzo dei poeti e degli scrittori”. Quest’anno la giornata ecologica non ha dedicato solo la consueta attenzione ai più giovani, ma è diventata ufficialmente transfrontaliera, dopo aver ospitato gli scorsi anni i consorzi turistici dell’Alta valle dell’Isonzo. L’obiettivo rimane comunque quello di valorizzare le tradizioni legate al fiume, come hanno confermato nel pomeriggio le attese gare di caricamento della sabbia sul carro e di taglio dei tronchi, rigorosamente a mano. Non sono mancate all’appuntamento le dimostrazioni di agility con i cani da gregge e le degustazioni di miele prodotto da apicoltori della provincia, lezioni di micologia, e la mostra dell’avifauna locale organizzata dal Gruppo ornitologico provinciale. sempre nel pomeriggio il Team Isonzo Ciclistica Pieris ha riproposto la ginkana per mini-ciclisti, e si è esibita la Filarmonica Candotti di Pieris.

Sabato torna a Pieris la giornata ecologica “Insieme par l’Isonz”

11 aprile 2013 —   pagina 28

PIERIS La giornata ecologica “Insieme par l’Isonz”, organizzata dalla Polisportiva Pieris, avrà luogo in ogni caso sabato. Un altro rinvio, dopo quello deciso quasi alla vigilia di sabato scorso, non permetterebbe di tenere più la manifestazione. Il comitato organizzatore ha quindi deciso, assieme alle associazioni e agli enti coinvolti, di tenere fermo l’appuntamento per sabato mattina nell’area Union Beton, vicino al ponte sull’Isonzo di Pieris, in cui sono attese, meteo appunto permettendo, migliaia di persone, tra volontari e visitatori. L’evento prenderà quindi il via di prima mattina con una pulizia delle zone circostanti, un intervento che vede al fianco della Polisportiva Pieris la società Ambiente Newco, che ha fornito la collaborazione all’evento in modo del tutto gratuito. Nell’area Union Beton i più giovani troveranno inoltre ad attenderli i giochi di una volta, fionda e pendul, ma anche le lezioni di botanica condotte dal Corpo forestale regionale e la dimostrazione con i cani antidroga organizzata dalla Guardia di finanza. Per tutti i bambini è inoltre assicurato un giro sulla carrozze trainate dai “cavai”. Non mancheranno le dimostrazioni di agility con i cani da gregge, le degustazioni di miele prodotto da apicoltori provinciali, lezioni di micologia e gare di caricamento della sabbia sul carro e di taglio dei tronchi, rigorosamente a mano. Sul posto i “sestari” daranno dimostrazione di un lavoro, quello dell’intreccio dei giunchi, mentre in mostra ci saranno anche d animali da cortile, oltre che volatili, per iniziativa del Gruppo ornitologico. Nel pomeriggio il Team Isonzo Ciclistica Pieris riproporrà la ginkana per mini-ciclisti, e alle 17.30 si esibirà la Filarmonica Vittorio Candotti di Pieris. Quest’anno, inoltre, la giornata ecologica diventa ufficialmente transfrontaliera, dopo aver sempre ospitato gli scorsi anni i consorzi turistici dell’Alta valle dell’Isonzo. Della manifestazione rimangono comunque protagoniste le scuole del territorio monfalconese e dei centri della Bassa friulana e i loro studenti, chiamati a partecipare al concorso “L’Isonzo dei poeti e degli scrittori” ( la. bl.)

Previsioni meteo negative: rinviata la festa

DA IL PICCOLO DEL 05 aprile 2013 —   pagina 27

PIERIS A fronte di previsioni meteo giudicate dagli organizzatori dell’evento troppo incerte la giornata ecologica “Insieme par l’Isonz”, prevista in un primo tempo per sabato 6 arprile slitta al sabato successivo, cioè il 13. La decisione è stata presa dalla Polisportiva Pieris, che organizza la giornata, a fronte dell’evolversi negativo delle condizioni meteorologiche. Il programma della manifestazione rimane comunque invariato e quindi dalla prima mattina del 13 aprile l’area delle feste Union Beton vicino al ponte sull’Isonzo di Pieris sarà animata dalla presenza di associazioni e personale del Corpo forestale regionale che come nelle passate edizioni proporrà delle visite guidate nell’area golenale per illustrare le caratteristiche della vegetazione. Nell’area si terranno dimostrazioni di agility con i cani da pecora, sarà possibile osservare gli artigiani al lavoro con giunchi e ferro, cimentarsi nei giochi di una volta. Nel pomeriggio si esibirà la Filarmonica “Vittorio Candotti” di Pieris. Sarà sempre attiva una rifornita cucina a disposizione di utti i partecipanti alla iniziativa ecologista.

I team Isonzo Ciclistica Pieris preparano la nuova stagione

DA IL PICCOLO DEL 04 aprile 2013 —   pagina 77

BEGLIANO E’ stata la sala “Monsignor Baroncini” di Begliano ad ospitare, davanti a un numeroso pubblico, la presentazione della stagione 2013 del Team Isonzo Ciclistica Pieris e del Team Isonzo Amatori. Presenti, tra gli altri, il sindaco, Silvia Caruso, che ha portato il saluto dell’assessore provinciale allo sport, Sara Vito, l’assessore comunale Renzo Mattei, il presidente dell’Auser, Mario Rutigliano, il direttore e il tecnico del Velodromo di San Giovanni al Natisone, Luca Cecchini ed Eddi Degano e per la Fondazione Villa Russiz Doriana Potente. Sul palco, presentati da Renato Bagolin, i ragazzi del Team Isonzo Ciclistica Pieris con il presidente del Team amatori Giorgio Bordignon. Nel suo intervento, poi, il presidente Nillo Canciani ha sottolineato questo il suo sia un sodalizio attento a «fare squadra»: ha stretto una collaborazione con il Pedale Manzanese per fare in modo che le squadre esordienti e allievi dispongano di un numero di atleti congruo per affrontare nel migliore dei modi la stagione 2013. Sono state poi ricordare le nove manifestazioni organizzate dal Team Isonzo e anche i tanti eventi non agonistici e sociali organizzati con l’ausilio indispensabile del Team Isonzo Pieris, primo dei quali il 6 aprile prossimo a Pieris, organizzato dalla Polisportiva Pieris, ovvero la Giornata Transfrontaliera per l’Isonzo intitolata “Insieme par l’Isonzo – Skupaj za So›o” con all’interno, tra le tante iniziative, la pedalata ecologica “Randaccio Pedala” e la gimkana aperta a tutti. La presentazione si concludeva con un banchetto preparato dalle mamme degli atleti e dalle “madrine” del Team Isonzo Pieris Germana Stafuzza, Luisa Bergamasco e Nives Pironi. Luca Perrino

Giornata ecologica dedicata all’Isonzo

DA IL PICCOLO DEL 04 aprile 2013 —   pagina 58

SAN CANZIAN D’ISONZO Tutto è pronto in vista del nuovo appuntamento, previsto per la giornata di sabato, con la Giornata ecologica Insieme par l’Isonz, organizzata a cura della Polisportiva Pieris nell’area Union Beton vicino al ponte di Pieris. Le previsioni meteorologiche per ora sembrano confortanti e quindi in grado di sostenere il crescente successo della manifestazione, che vedrà anche l’arrivo da Monfalcone della carovana su due ruote della Randaccio pedala. L’evento prenderà il via di prima mattina con l’opera di pulizia delle zone circostanti, ma nell’area Union Beton i più giovani troveranno ad attenderli sempre i giochi di una volta, fionda e pendul, ma anche le lezioni di botanica condotte dal Corpo forestale regionale e la dimostrazione con i cani antidroga organizzata dalla Guardia di Finanza. Per tutti i bambini è, inoltre, assicurato un giro nelle carrozze trainate dai “cavai”. Non mancheranno, inoltre, le dimostrazioni di agility con i cani da gregge e le degustazioni di miele prodotto da apicoltori provinciali, lezioni di micologia e le gare di caricamento della sabbia sul carro e di taglio dei tronchi, rigorosamente a mano. Sul posto i “sestari” daranno dimostrazione di un lavoro, quello dell’intreccio dei giunchi, in pratica estintosi, mentre in esposizione ci saranno anche degli animali da cortile, oltre che dei volatili per iniziativa del Gruppo ornitologico provinciale. Nel pomeriggio, il Team Isonzo Ciclistica Pieris riproporrà la ginkana per mini-ciclisti e alle 17.30 si esibirà la Filarmonica Vittorio Candotti di Pieris. Quest’anno, inoltre, la giornata ecologica diventa ufficialmente trasnfrontaliera, dopo aver sempre ospitato gli scorsi anni i consorzi turistici dell’Alta valle dell’Isonzo in Slovenia. Della manifestazione rimangono comunque protagoniste le scuole del territorio monfalconese e dei centri della Bassa friulana e i loro studenti, chiamati a partecipare al concorso “L’Isonzo dei poeti e degli scrittori”.(la.bl.)

Isonzo, una festa transfrontaliera

DAL PICCOLO DEL 27 marzo 2013 —   pagina 28

SAN CANZIAN D’ISONZO Si avvicina il nuovo appuntamento con la giornata ecologica Insieme par l’Isonz- Skupaj za Soco. I volontari della Polisportiva Pieris, ideatrice e motore di una manifestazione che muove migliaia di persone ogni anno, sono già al lavoro in vista del 6 aprile nell’area messa a disposizione dall’Union Beton di Gonars vicino il ponte di Pieris. Come nelle passate edizioni, l’obiettivo è quello di far conoscere le varie attività che ruotano ed hanno ruotato attorno al fiume Isonzo, facendo capire, soprattutto ai più giovani, l’importanza di vivere in un ambiente sano e pulito, da riscoprire con mezzi non inquinanti, come la bicicletta, la carrozza trainata da cavalli o, più semplicemente, a piedi. Non a caso la partecipazione attiva all’evento, da sempre molto ampia, si sta allargando sempre più, ottenendo il riconoscimento della Direzione regionale Cultura e sport. Quest’anno, inoltre, la giornata ecologica diventa ufficialmente transfrontaliera, dopo aver sempre ospitati gli scorsi anni i consorzi turistici dell’Alta valle dell’Isonzo in Slovenia. «Questa volta si è voluto dare un significato di internazionalità all’evento – spiega la Polisportiva Pieris -, coinvolgendo associazioni che trovano nell’Isonzo le proprie radici come la slovena Turisticna zveza Gornjega Posocja, Associazione turistica dell’Alta valle dell’Isonzo, che sarà presente con i suoi prodotti artigianali. Della manifestazione restano protagoniste le scuole del territorio monfalconese e dei centri della Bassa friulana e i loro studenti, chiamati a partecipare al concorso “L’Isonzo dei poeti e degli scrittori”. I più giovani nell’area Union Beton troveranno ad attenderli sempre i giochi di una volta, ma anche le lezioni di botanica condotte dal Corpo forestale regionale e la dimostrazione con i cani antidroga organizzata dalla Guardia di Finanza. Per tutti i bambini è inoltre assicurato un giro nelle carrozze trainate dai “cavai”. L’area delle feste vicino all’Isonzo sarà inoltre meta della pedalata ecologica Randaccio pedala, che ogni anno porta da Monfalcone centinaia di ragazzi assieme ai loro genitori e insegnanti. Non mancheranno le dimostrazioni di agility con i cani da gregge e le degustazioni di miele prodotto da apicoltori provinciali, lezioni di micologia e le gare di caricamento della sabbia sul carro e di taglio dei tronchi, rigorosamente a mano. Sul posto i “sestari” daranno dimostrazione di un lavoro, quello dell’intreccio dei giunchi, mentre in mostra ci saranno anche degli animali da cortile, oltre che dei volatili per iniziativa del Gruppo ornitologico provinciale. Nel pomeriggio il Team Isonzo Ciclistica Pieris riproporrà la ginkana per mini-ciclisti e alle 17.30 si esibirà la Filarmonica Candotti di Pieris. Laura Blasich

DA IL PICCOLO DEL 24/1/2013

“Insieme par l’Isonz”, maxi-festa

Martedì in sala civica a Turriaco la preparazione della kermesse ecologica

TURRIACO. È stato confermato l’incontro di martedì, alle 20.30, nella Sala civica di Turriaco per avviare la preparazione della Giornata ecologica “Insieme par l’Isonz”, organizzata dalla Polisportiva Pieris per promuovere la conoscenza e la salvaguardia del fiume e di ciò che lo circonda.

La Polisportiva Pieris auspica quindi la partecipazione di tutte le Associazioni per proporre loro il programma dell’evento che vede l’Isonzo assoluto protagonista.

La data dell’importante manifestazione ecologica è già stata fissata ed è quella di sabato 6 aprile. Per gli organizzatori rimane prioritario coinvolgere i bambini nell’evento e quindi quest’anno il comitato organizzatore proporrà la sesta edizione del concorso riservato alle scuole primarie e medie. Il tema sarà quello dell’Isonzo dei poeti e degli scrittori con l’obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni non solo rispetto alle tematiche ambientali e alla conoscenza della flora, della fauna che vive nel territorio attraversato dal fiume Isonzo, ma anche offrire uno spunto per riscoprire pagine di letteratura locale forse, a torto, dimenticate. Il concorso è rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado degli Istituti comprensivi di San Canzian d’Isonzo, Fogliano Redipuglia, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Staranzano e del Circolo didattico di Aquileia.

Non mancheranno le tante attività che ogni anno accompagnano i visitatori della festa, grazie allo spirito di collaborazione proprio di tutte le associazioni partner e che fanno di Insieme par l’Isonz l’evento ecologico principe della primavera isontina. Come ogni anno verrà proposta la presenza di giochi storici quali il tiro alla fune, il ghine, la corsa con i sacchi, ma anche prove di “forza” come il taglio dei tronchi e il carico di sabbia sul carro da parte dei “caradori”, la presenza della pedalata ecologica “Randaccio Pedala” e altro ancora. (la.bl.)

DA IL PICCOLO DEL 14/1/2013

IL 29 GENNAIO RIUNIONE A TURRIACO

La Polisportiva prepara Insieme par l’Isonz

TURRIACO. La Polisportiva Pieris chiama a raccolta le associazioni per programmare la nuova edizione della giornata ecologica “Insieme par l’Isonz”. L’incontro avrà luogo nella sala civica del Comune di Turriaco il 29 gennaio, alle 20.30. Alla riunione sono state invitate amministrazioni comunali, Provincia e le realtà di volontariato che in questi anni hanno collaborato alla manifestazione.

La data in cui si svolgerà l’evento è già stata fissata: sabato 6 aprile. Come sempre per la Polisportiva rimane fondamentale coinvolgere i più giovani, e per questo il comitato organizzatore proporrà la quinta edizione del concorso grafico-pittorico e scientifico-geografico riservato alle scuole. Quest’anno il tema sarà quello della “Flora lungo l’Isonzo”, con l’intento di sensibilizzare le nuove generazioni sulle tematiche ambientali e offrire spunti per la conoscenza di alberi, arbusti e fiori che si possono trovare nel territorio attraversato dal fiume.

Il concorso è rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado degli istituti comprensivi di San Canzian d’Isonzo, Fogliano Redipuglia, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Staranzano e del Circolo didattico di Aquileia.

La giornata ecologica sarà poi ricca di tutte le attività che ogni anno accompagnano i partecipanti alla festa, grazie allo spirito di collaborazione espresso da tutte le associazioni e che fanno di “Insieme par l’Isonz” l’evento ecologico principe della primavera isontina e non solo. Saranno riproposti giochi storici, come il tiro alla fune, il ghine, la corsa con i sacchi, ma anche prove di “forza” come il taglio dei tronchi e il carico della sabbia sul carro. Continuerà inoltre la partnership con l’Istituto comprensivo Randaccio di Monfalcone. (la.bl.)

Annunci