2018 STAMPA

2018 STAMPA

stampa1

.

.

.

.

.

.

.

DA “IL PICCOLO”

Giochi e mestieri, in 800 sull’Isonzo

SAN CANZIAN D’ISONZO. Un serpentone infinito di due ruote ha invaso ieri le strade tra Monfalcone e Pieris. Circa 800, con in sella soprattutto i ragazzini e le ragazzine delle due medie di Monfalcone (la Randaccio in particolare) e Pieris che con le loro biciclette hanno raggiunto l’area Union Beton a ridosso dell’Isonzo per partecipare alla quattordicesima edizione della giornata ecologica Insieme par l’Isonz organizzata dalla Polisportiva Pieris, assieme al Comune di San Canzian d’Isonzo e ai Comuni rivieraschi del basso corso del fiume, una ventina di associazioni. Agli studenti della Randaccio, che da anni organizza la pedalata gemellata con la manifestazione dedicata al fiume e che garantisce sempre una massiccia adesione, quest’anno si sono aggiunti quelli della Giacich e della locale Dante Alighieri, accompagnati da molti docenti e genitori. Per i ragazzi, soprattutto quelli che vivono a Monfalcone, è stata ancora una volta l’occasione di andare a una scoperta, lenta, del territorio, trovando ad attenderli la possibilità di un diverso contatto con la natura e una realtà come quella del comune di San Canzian rimasta ancora legata alla sua vocazione e tradizione agricola e al fiume. Nella zona Union Beton questa volta i giovanissimi hanno avuto modo non solo di mettersi alla prova con i giochi “di una volta”, come la fionda e il “ghine” (parente del cricket e pure del baseball) nel “campo di allenamento” allestito dal Club fionda 2000 di San Canzian, o di osservare gli artigiani alle prese con mestieri antichi, come quelli della lavorazione del ferro e l’intreccio dei giunchi.
Ad attenderli hanno trovato anche i due asini dell’associazione Amici di Rudolph (è il nome del maschio, di 8 anni, mentre la femmina si chiama Elsa) di Turriaco, che i più piccoli hanno potuto anche montare per dei piccoli giri nell’area golenale. «Ma sono dei cavallini?», hanno chiesto i più grandi invece, che esperienze dirette in campagna evidentemente non ne avevano mai avute. «Mi è capitato anche il giovedì grasso, quando sono venuto con loro a Monfalcone chiamato dalla Pro loco nell’ambito delle manifestazioni del Carnevale», ha raccontato ieri mattina Sebastiano Trentin, presidente e proprietario dei due asinelli, rilevati circa 5 anni fa da una persona che non voleva più tenerli, perché avrebbe dovuto metterli in regola. «Io e la mia famiglia abbiamo invece un giardino di 4 mila metri quadri a Turriaco e quindi possiamo tenere gli asini, un paio di pecore, delle galline», ha aggiunto. L’associazione è nata per raccogliere fondi a vantaggio di altre due realtà, di Terzo di Aquileia e di Cervignano, e dei bambini disabili di cui si occupano, partecipando a delle iniziative, come ieri, assieme agli asinelli e a delle torte. Molto apprezzate entrambe.
Nell’area della festa ragazzi e ragazze si sono divertiti anche in maxi partite di pallavolo, partecipato alla mini gimcana organizzata dal Team Isonzo Ciclistica Pieris, ammirato i cani della Guardia di finanza impegnati in una simulazione della ricerca di stupefacenti, scoperto la flora della zona golenale dell’Isonzo assieme al Corpo forestale. La riuscita della manifestazione, mai affollata come quest’anno, è stata resa possibile dai volontari della Polisportiva Pieris, delle altre associazioni e della Protezione civile, oltre che della Polizia locale.

Centinaia di ragazzi a Insieme par l’Isonz

PIERIS. Sono centinaia i ragazzi che oggi parteciperanno alla quattordicesima edizione della giornata ecologica “Insieme par l’Isonz” , organizzata dalla Polisportiva Pieris nell’area Union Beton. Alla pedalata ecologica che raggiungerà attorno alle 9 la zona della festa quest’anno parteciperanno gli studenti non solo dell’Istituto comprensivo Randaccio di Monfalcone, da anni “gemellato” con la manifestazione, ma anche quelli dei comprensivi di Fogliano, Giacich di Monfalcone e di San cantina d’Isonzo. Organizzata grazie alla collaborazione dei Comuni affacciati sul basso corso del fiume, a iniziare da quello di San Canzian, e di oltre una ventina di associazioni e al sostegno della Regione, la manifestazione prenderà il via già alle 7. 30 con il ritrovo dei volontari a Pieris, Fiumicello, Turriaco, San Pier d’Isonzo e nell’area della Riserva naturale della Cona a Staranzano per una pulizia straordinaria delle sponde e delle aree golenali. Come ormai da tradizione ai ragazzi verranno proposti giochi storici come il ghine e la fionda, affiancati anche dalla tradizionale gimcana organizzata dal Team Isonzo, e visite guidate alla scoperta della flora con il Corpo forestale regionale. Nel corso della mattinata gli agenti della guardia di finanza proporranno anche quest’anno una dimostrazione con i cani antidroga cui seguirà la premiazione del concorso riservato alle scuole dell’infanzia, primarie e medie dei comprensivi di San Canzian, Fogliano-Redipuglia, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Staranzano e Aquileia, sul tema “Isonzo: un fiume di ricette” . Al pomeriggio saranno invece i grandi a divertirsi con le “prove di forza” come il taglio dei tronchi. Durante tutta la giornata saranno aperti gli stand proposti dalle tante associazioni che partecipano alla giornata ecologica, si potranno vedere all’opera i “sestari” , cioè gli artigiani che intrecciano i giunchi cresciuti in riva al fiume, e i fabbri, parlare con gli apicoltori e imparare qualcosa di più in fatto di funghi. Ci sarà inoltre modo di assaggiare i piatti preparati dagli esperti cuochi della Festa dello Sport, sempre organizzata dalla Polisportiva (ad agosto). Le pietanze saranno servite anche in questa edizione su stoviglie biodegradabili, perché la Polisportiva Pieris vuole proseguire sulla strada dettata da Ecofeste. (la. bl.) 

in breve

Giornata ecologica -Il gruppo micologico Us Acli di Ronchi partecipa alla giornata ecologica denominata “Insieme par l’Isonz”, in programma sabato 7 a Pieris sul ponte sull’Isonzo organizzata dalla Polisportiva Pieris, Sport, Cultura e tempo Libero. Il gruppo micologico partecipa con l’allestimento di uno stand con illustrazioni di micologia, botanica ed ecologia; passeggiata didattica lungo un percorso allestito con cartelli riproducenti i principali funghi che crescono in quell’ambiente da affiancarsi a quelli predisposti dal Corpo Forestale regionale sulle piante.

“Insieme par l’Isonz”, in cantiere l’undicesima edizione

SAN CANZIAN D’ISONZOSarà la sala consiliare del municipio a Pieris a ospitare quest’anno la riunione tra la Polisportiva Pieris, le associazioni partecipanti e i volontari che lavoreranno per rendere unica l’undicesima Giornata ecologica “Insieme par l’Isonz”, in programma il 7 aprile. All’incontro sono invitati anche i Comuni che si affacciano sull’Isonzo e i rappresentanti della Regione. Obiettivo prioritario è sempre il coinvolgimento dei bambini e quest’anno il comitato organizzatore assieme all’Istituto comprensivo Dante Alighieri di Pieris proporrà una nuova edizione del concorso riservato alle scuole dell’infanzia, primarie e medie dei comprensivi di San Canzian, Fogliano-Redipuglia, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Staranzano e Aquileia, sul tema “Isonzo: un fiume di ricette” . Il bando è già visibile sul sito della Polisportiva all’indirizzo polisportivapieris. wordpress. com. Non mancheranno le tante attività che ogni anno accompagnano i visitatori della festa. Verranno riproposti i giochi storici, ma anche prove di “forza” come il taglio dei tronchi, senza scordare la pedalata ecologica “Randaccio Pedala” che porterà da Monfalcone centinaia tra ragazzi e adulti. Tanti gli stand proposti dalle associazioni.

Debutta la Maratonina dell’Isonzo

SAN CANZIAN D’ISONZO Debutta domenica a San Canzian d’Isonzo la prima Maratonina dell’Isonzo, organizzata dal Gruppo marciatori Gorizia, che l’ha inserita in un circuito in tre tappe. La gara segue la Maratonina del Collio, premiata a fine gennaio da una partecipazione record (circa mille tra agonisti e amatori), e precede la classicissima mezza maratona Città di Gorizia, in programma il 21 ottobre. Nonostante rappresenti una novità assoluta, la Maratonina dell’Isonzo, presentata ieri nel municipio di San Canzian dal presidente della società sportiva Emiliano Feleppa e dal sindaco Claudio Fratta, con il consigliere comunale Ciro De Simone, può già contare su circa 400 iscritti.Partenza e arrivo a San Canzian d’Isonzo, mentre il veloce, oltre che suggestivo, percorso si snoderà attraverso i territori di San Canzian, Staranzano e Monfalcone, toccando la località balneare di Marina Julia. L’unico dislivello sarà rappresentato dal cavalcavia di Bistrigna, mentre a frenare i più veloci (che potrebbero tenersi su un tempo di 65′) potrebbe mettercisi solo il vento. Il livello tecnico si profila elevato, oltre che internazionale (già iscritti atleti macedoni, serbi, croati, sloveni, rumeni e austriaci). Tra i maschi alla linea di partenza ci saranno alcuni forti atleti capace di correre la distanza sotto i 68′, come i vincitori della maratonina del Collio 2016, 2017 e 2018, rispettivamente l’atleta della Atletica Brugnera Friul Intagli, originario del Burundi, Celestin Nihorimbene, lo sloveno Mitja Krevs e il suo connazionale Robert Kotnik si contenderanno la vittoria finale. Nutrita anche la presenza femminile con diverse atlete accreditate con tempi di notevole valore.La partenza è fissata per le 9.30 con i primi che taglieranno il traguardo dopo circa 68-70 minuti, mentre gli ultimi arriveranno intorno alle 12. Anche in questa manifestazione, come evento collaterale, è inserita la marcia a passo libero aperta a tutti di circa 6 chilometri e che partirà 10 minuti dopo la gara principale. Un’ottantina i volontari impegnati domenica. L’evento, organizzato sotto l’egida del Csi (Centro sportivo italiano) con il patrocinio del Comune di San Canzian, la collaborazione della Pro Loco, vede coinvolti la Protezione civile dei territori interessati, l’Associazione Radioamatori di Gorizia, Polisportiva Pieris, Associazione nazionale Carabinieri, Teenager Staranzano, As Basket e Polizia municipale di San Canzian, Staranzano e Monfalcone. (la. bl.)

Annunci